Il “Premio Margutta – La via delle Arti” conquista Malta

L’isola di malta, ma in particolare la città di Valletta è stata scelta per essere la Capitale Europea della Cultura 2018, ed in questo contesto che l’iniziativa storica del Premio Margutta, arrivata alla sua XIII^ edizione, si innesta con perfezione. L’evento si è tenuto lunedì 10 Settembre sull’isola di malta, ed è stato ideato da Antonio Falanga ed organizzato da  Grazia Marino per SPAZIO MARGUTTA, in collaborazione con la Presidente della BPW (Valletta) Malta Stephanie Falzon e le sue vice Presidenti Mariella Camilleri e Tania Mercieca, e la Presidente della Sezione Roma FIDAPA BPW Italy Bettina Giordani.

La manifestazione presentata da Jean Claude Micaleff e Louise Tedesco è stata patrocinata da Valletta 2018 Foundation, dalla Regione Lazio, dal Comune di Roma Municipio I Centro e dall’Associazione Internazionale di Via Margutta e ha vissuto il proprio culmine, nel Gran Salone di Palazzo Verdala, all’arrivo del Presidente della Repubblica di Malta S. E. Maria Louise Coleiro Preca.

Ulteriore successo raggiunto in questa edizione, quello di aver avuto la possibilità di individuare illustri personalità sia italiane che maltesi, a cui è stata conferita l’esclusiva ed originale scultura, ispirata alla celebre “Fontana degli Artisti” di Via Margutta, realizzata quest’anno dall’artista maltese Joel Saliba, che nell’occasione ha ricevuto il “Premio Margutta – La Via delle Arti” Sezione Arte. Per la Sezione Giornalismo il
premio è stato conferito alla giornalista Emma D’Aquino della redazione Rai del TG Uno; per la Sezione Moda l’onore di conferire il premio ad Antonio Grimaldi, tra i più stimati creativi della Haute Couture internazionale; per la Sezione Editoria ha ritirato il premio Laura Bozzi, Direttrice del Settimanale Vero e delle principali testate di Edizioni Vero S.r.l; il premio per la Sezione Letteratura è stato attribuito a Clare Azzopardi pluripremiata scrittrice maltese mentre alla giovanissima Emma Muscat, una le stelle dell’ultima edizione del Talent “Amici” è andato il premio per la Sezione Musica; il premio per la Sezione Teatro ad una delle figure più poliedriche del panorama italiano, Gianluca Guidi; per la Sezione “Food & Art” il premio è stato assegnato
a Djar il-Bniet, punto di riferimento a Malta della catena alimentare a KM zero; per la Sezione Televisione il premio è stato assegnato al programma al programma di Rai Uno “Top – Tutto fa tendenza”; a Malta Film Commission, per il suo impegno nel sostenere e promuovere le produzioni cinematografiche locali ed internazionali è andato il premio per la Sezione Cinema ed infine per la loro grande competenza e professionalità nel campo dell’arte e del restauro sia in Italia che nell’isola di Malta, il premio per la Sezione Artis Restitutor è stato conferito allo Studio “Restauratori Associati” dei Prof. Sante Guido e Giuseppe
Mantella.

Il primo Premio “Italian Style” è stato conferito a Pineider , 1774, a ritirare la “Targa” Stefano Ferraris AD di Rovagnati e da Giuseppe Rossi Direttore Generale di Pineider, impegnati nel rilancio dello storico marchio fiorentino. Durante il Gran Galà hanno fatto dono di una penna personalizzata a S. E. Maria Louise Coleiro Preca.

Il secondo conferimento “Italian Style” è andato al Presidente della Camera di Commercio Italo Maltese, a Victor Camilleri, fra i fondatori dell’azienda familiare “camilleriparisemode” con vari showroom in Malta dove si possono trovare i migliori marchi del lusso italiano.

Il terzo momento “Italian Style” ha visto protagonista Joseph Galea, Acting Ceo di Air Malta, che grazie alla vicinanza geografica di Malta all’Italia è diventata con la sua flotta aerea, l’ideale “ponte culturale” tra le due nazioni.

Protagonista all’evento anche “ Spazio Margutta ” punto nodale dello scouting in Italia, che ha come propria “mission” progetti finalizzati alla promozione di nuovi creativi della moda italiana. Nell’occasione del Gran Galà maltese, gran successo hanno riscontrato i quadri moda di Filippo Laterza e Good Luck.

La collezione P/E 2019 di Filippo Laterza prende ispirazione da tre grandi figure della storia dell’arte: Claude Monet a cui dedica una gran parte della collezione per poi continuare il percorso creativo ispirandosi a Edgar Degas, il soggiorno Parigino fornisce al giovane stilista pugliese la possibilità di esprimere tramite gli Impressionisti la sua vena romantica. Ma è il soggiorno Newyorkese che lo convince a dedicare un segmento
della collezione ad Andy Warhol e rompere con gli schemi classici del romanticismo trascinando l’opera dell’artista americano, in un romanticismo dinamico e contemporaneo.

Absolute la nuova collezione Good Luck Luxury  che prende ispirazione da una citazione di Susan Sontag: “Ciò che più è bello in molti uomini virili è qualcosa di femminile; ciò che più è bello nelle donne con femminilità è
qualcosa di maschile”. Outfits fluidi che accarezzano delicatamente il corpo in contrapposizione al rigore dei capi sartoriali che ne sottolineano  i punti di forza , dando vita ad una femminilità contemporanea dove la luce preziosa  degli Swarovski, fa da cornice alla loro bellezza. Absolute  è come una lettera scritta in corsivo
con un pennino immerso nell’inchiostro nero, che scivola sul foglio bianco, una calligrafia elegante, dinamica, raffinata, scritta da una donna determinata che sigilla con la ceralacca , le sue iniziali.

Ulteriore momento dedicato al Made in Italy con il neo nato Brand “ Eclethica” , il brand di borse di lusso non fine a se stesso, ma orientato alla qualità di vita della donna, ideato da Gabriella Desario e Daniela De Meis. Le creazioni sono sinonimo di versatilità e pragmaticità, tecnologia e tradizione, sicurezza e unicità. Prodotta
da eccellenti mani artigiane, rigorosamente italiane, con materiali pregiati, dispone di tre sistemi che, attraverso la wearable technology, sono in grado di rendere la donna più efficiente e aiutarla in alcune situazioni. Alla borsa donata alla Presidente della Repubblica di Malta, hanno collaborato con l’artista Marina
Santaniello, tutte socie FIDAPA BPW Italy Sezione Roma, che ha personalizzato i due pannelli esterni intercambiabili, raffigurando e dipingendo a mano con colori acrilici, il logo del “Premio Margutta – La Via delle Arti” e iconiche figure come i puttini, esaltandola a contenitore ideale, nel quale germogliano idee,
cultura e arte.

Foto evento:

 

 

Press Office a cura di SPAZIO MARGUTTA 

 

Franca Munzi.